Ancora due colpi in canna e poi si va al voto in autunno.

ancora-due-colpi-in-canna-e-poi-si-va-al-voto-in-autunno

Non servirà mercoledì la direzione del PD per decidere sull’alleanza di governo con i 5Stelle. Matteo Renzi l’ha già sepolta ieri sera in tv durante l’intervista con Fabio Fazio a “Che Tempo che Fa”. Ci si sederà (pure o forse), ma non se ne fa nulla. Tant’è che Di Maio (M5S) ha “tuonato” pesantemente contro Renzi e i DEM, sottolineando, con non molto gusto e tono politico, che la “pagheranno” (speriamo al massimo nelle urne). Ma detto ciò, ora le possibilità sono due/massimo tre: o quella di un governo in extremis fra Di Maio e il Centrodestra (con la “golden share” di Salvini e la sua Lega) o nuove elezioni (a questo punto presumibilmente in autunno). In mezzo, forse, un governo tecnico o del presidente per rifare la legge elettorale.

Renzi, ieri sera, comunque, ha dimostrato, se ancora qualcuno la pensasse diversamente, di essere il vero leader del PD, ammazzando di fatto la “reggenza” tecnica di Maurizio Martina (nella foto in primo piano).