Antiriciclaggio: in calo le segnalazioni, ma guardia alta dell’UIF

antiriciclaggio-in-calo-le-segnalazioni-ma-guardia-alta-delluif

Sono state 1.075 le operazioni a rischio “riciclaggio”, che gli operatori dei giochi – come ha dichiarato in una nota la UIF – l’Unità di Infrazione Finanziaria creata dalla Banca d’Italia – nel primo semestre del 2017. Un dato in calo dell’8% rispetto alle 1.169 di un anno fa.

Quello dei giochi comunque è uno dei settori su cui la UIF tiene alta l’attenzione: “La valutazione sovranazionale mette altresì in luce i rischi connessi con il gioco d’azzardo, con l’utilizzo di contante e beni quali oro, diamanti e opere d’arte, con meccanismi informali di trasferimento di valori e con la contraffazione di moneta” si legge nella nota UIF. Il settore dei giochi si conferma infatti – tra gli operatori non finanziari – quello che ha inviato il maggior numero di segnalazioni, l’intera categoria ha infatti inviato complessivamente 1.447 segnalazioni (dato in leggera flessione rispetto alle 1.481 segnalazioni del primo semestre 2016).

Il prossimo 16 ottobre la Fondazione Codere organizzerà un convegno proprio sul tema dell’anti-riciclaggio nel mercato del gioco (si terrà nella mattinata presso la sede della Confindustria a Roma).