Match Fixing: arresti a go-go per il caso CD Eldense in Spagna

match-fixing-arresti-a-go-go-per-il-caso-cd-eldense-in-spagna

Il Comitato di Gara della Federazione spagnola (RFEF) ha avviato una procedura disciplinare straordinaria sul Club Deportivo Eldense (CDE), così come sui giocatori, l’allenatore e sui delegati del club.

L’CD Eldense è una squadra iberica iscritta alla Segunda División B, ovvero la terza serie calcistica del sistema del campionato ed è gestita direttamente dalla Federcalcio. Questa divisione semi-professionistica include anche diverse squadre di “riserve” dei team della Primera División.

Cinque membri del club, tra cui l’allenatore Filippo di Pierro, due giocatori, un altro membro dello staff tecnico e un investitore italiano, che recentemente era diventato azionista di maggioranza dell’Eldense, sono stati arrestati nelle ultime ore dalla polizia con l’accusa di corruzione.

Il calciatore dell’Eldense, Cheikh Saad, è stato il primo a puntare il dito contro un certo numero di suoi compagni di squadra oltre che sull’allenatore, dopo la sconfitta record (12-0) svoltasi sabato scorso (la società era opposta al Barça B).

Saad ha dichiarato al network radio “Cadena Copa” che, alcuni giocatori, hanno speso “ingenti somme” di denaro in scommesse effettuate sulla partita.

Il presidente del club, David Aguilar, ha quindi riferito i suoi sospetti alla polizia e alle autorità di calcio spagnolo.