Arriva il coprifuoco: nuova ordinanza sul gioco targata Nogarin (sindaco M5S Livorno)

arriva-il-coprifuoco-nuova-ordinanza-sul-gioco-targata-nogarin-sindaco-m5s-livorno
Siamo in guerra, almeno a Livorno. Il sindaco del comune toscano, Filippo Nogarin (eletto nella lista M5S), ha presentato una nuova ordinanza sul gioco, varata in sostituzione di quella recentemente bocciata dal Tar Toscana. Di fatto introduce il “coprifuoco” come durante la Seconda Guerra Mondiale. Dalle 23 in poi non si potrà giocare: l’ha deciso Lui. Un’ulteriore conferma dell’approccio “illiberale” dei pentastellati, soprattutto sul tema del gioco, che dovrebbe far riferimento esclusivamente alla sfera “ludens” dell’uomo, e, invece, è diventato “asset di guerra” e di ideologia politica. D’altronde siamo a pochi mesi dalle politiche, o no?.

“In Toscana ci sono circa 30 mila persone affette da gioco d’azzardo patologico e, secondo i dati raccolti dall’agenzia regionale di sanità, la provincia di Livorno risulta avere numeri ancora più preoccupanti rispetto alla media nazionale. A destare particolare allarme sono le così dette macchinette mangiasoldi: video lottery, slot machine e video-poker. In qualità di responsabile della salute e della sicurezza pubblica, ho deciso di firmare un’ordinanza contingibile e urgente per limitare gli orari di apertura delle sale slot in città”.

Lo scrive, sulla sua pagina Facebook, il sindaco di Livorno Filippo Nogarin, che presenta la nuova ordinanza sul gioco, annunciata quale settimana fa e varata in sostituzione di quella bocciata dal Tar Toscana lo scorso maggio. (fonte: Gioconews.it)