Astro: Ridurre troppo il retail può spingere i consumatori verso prodotti illegali

astro-ridurre-troppo-il-retail-puo-spingere-i-consumatori-verso-prodotti-illegali

Riduzione dei punti fisici, distanziometri locali, sono solo due dei punti all’ordine dell’intervento di oggi di Armando Iaccarino (Centro Studi ASTRO) alla presentazione del 1° report sul gioco lecito in Emilia-Romagna (a pochi giorni dal voto delle amministrative). 

«Una riduzione dei punti fisici è fisiologica: ci sarà una progressiva redistribuzione tra retail e online, in direzione di quest’ultimo. Lo sviluppo del comparto negli anni ci suggerisce che la domanda esiste a prescindere dall’offerta delle rete di vendita. Per questo ridurre troppo il retail potrebbe spingere i consumatori verso prodotti illegali. Dopo qualche esagerazione nello sviluppo delle reti, ora non dobbiamo eccedere nel senso opposto. La ghettizzazione dei giocatori problematici in luoghi e aree non visibili  – come avverrà inevitabilmente con la progressiva entrata in vigore dei distanziometri locali – non li aiuta, anzi li danneggia a mio parere perché manca qualunque forma di controllo. I gestori vanno formati certo, ma anche assistiti da norme che consentano di intervenire sul giocatore problematico. Quindi anche in questo senso occorre un intervento dello Stato». Lo ha dichiarato Armando Iaccarino, presidente Centro studi Astro, alla presentazione del primo report Astro-Cgia Mestre sul gioco lecito in Emilia Romagna.