Baretta (MEF): Nel 2016 oscurati 6 mila siti illegali. Massima attenzione sull’online irregolare

baretta-mef-nel-2016-oscurati-6-mila-siti-illegali-massima-attenzione-sullonline-irregolare

In una recente intervista rilasciata dal sottosegretario Pier Paolo Baretta (MEF), con delega ai Giochi, al portale specializzato Agipronews.it, è stato confermato l’impegno dello Stato nel “colpire” il gioco illegale/irregolare, che passa attraverso l’online: “…Nel 2016 abbiamo oscurato oltre 6.000 siti illegali o irregolari. Su questo aspetto con GDF e Commissione Antimafia c’è un lavoro costante di collaborazione. È urgente un negoziato europeo che stabilisca una fiscalità unica. Oggi persistono, anche dentro la UE, troppi paradisi fiscali che ospitano i server del gioco online. Ancora si può imporre dei messaggi (tipo quelli utilizzati per il fumo) per dissuadere a giocare e fare qualche passo in più verso la proibizione della pubblicità. Ma penso che la cosa più importante sia la crescita di una coscienza civica che parta dalle scuole”.

Tutto corretto, anche se sul tema della pubblicità continuo a pensare che le aziende legali (e lo dice la parola) debbano avere il diritto di muoversi liberamente nel tracciato previsto dalla legge, ovvero promuovere i propri prodotti/servizi nell’alveo dell’area legale creata dallo Stato. Ciò che si sta muovendo in seno alla RAI (divieto assoluto di pubblicità delle aziende del gioco) è un errore marchiano, che porterà solo le tv “commerciali” ad usufruire del regalo offerto a costo zero dalla tv di Stato.