Binetti (NCI) prosegue nella sua “crociata” contro il gioco e colpisce soprattutto l’online

binetti-nci-prosegue-nella-sua-crociata-contro-il-gioco-e-colpisce-soprattutto-lonline

L’on. Paola Binetti da tempo in modalità “campagna elettorale” (è candidata in quota Udc nella “quarta gamba” di Noi con l’Italia) non perde occasione per colpire il mondo del gioco pubblico. Ecco uno dei suoi ultimi “j’accuse”, con particolare attenzione all’online, dove sviluppa bizzarre tesi su presunti suggerimenti (che vede solo lei) da parte di diverse piattaforme di gioco. Tutte tesi che non trovano riscontro nella realtà. Gli utenti dei diversi operatori online sanno perfettamente fin dall’inizio quali sono i rischi potenziali.

“La mia posizione contro il gioco d’azzardo, tanto più on line, è altrettanto nota. Ma le proposte continuano ad inseguirmi, mio malgrado. In tutta la XVII legislatura ho cercato insistentemente di ottenere dal Governo, dal MEF nella fattispecie, una posizione più chiara a tutela dei giocatori, proprio pensando alle persone più fragili e manipolabili. Quelle a cui può apparire risolutiva per i propri problemi un’offerta ripetuta di giorno in giorno. Il gioco on line, inizialmente gratuito, sembra suggerire un tasso di guadagno superiore al 200%, senza rischi di nessun tipo. Il Governo di Centro-sinistra non ha fatto nulla, anzi ha cercato di implementare il proprio gettito fiscale sulla pelle di persone che hanno contratto una dipendenza dal gioco e quindi sono assai poco libere di decidere davvero cosa è bene per loro e cosa no. Il governo si è reso complice del diffondersi di questa patologia, ne ha implementato la capacità di contagio e la relativa gravità, creando una sorta di resistenza alle buone pratiche inserite con i LEA. E’ solo un esempio del rovesciamento delle posizioni che noi del Quarto Polo perseguiremo nella prossima legislatura. No all’azzardo di Stato”, termina Binetti.