Binetti (UDC): è senza pace sul tema del Gioco!

binetti-udc-e-senza-pace-sul-tema-del-gioco

In attesa di capire se la ritroveremo tra gli scranni del Parlamento nella prossima legislatura (la XVIII per la precisione) è al lavoro per confermare, se ancora qualcuno avesse dubbi al riguardo, che è la “Giovanna d’Arco” del “proibizionismo” legato al mondo del gioco. Parliamo chiaramente di Paola Binetti, in quota oggi all’UDC dopo essere stata eletta nel Lazio per Scelta Civica (il partito che fu di Mario Monti). Prima di passare ad altri gruppi nel corso della legislatura. A leggere le sue dichiarazioni si capisce che l’offensiva lanciata contro questo mondo (pubblico, lecito e regolamentato) è solo all’inizio. E proseguirà senza sosta anche nella prossima legislatura. 

“E’ indispensabile che i partiti, le coalizioni, dichiarino con la massima schiettezza quel è la loro posizione in materia di giochi in questa campagna elettorale”. Lo dichiara la deputata UDC Paola Binetti. “La XVII legislatura farà parlare ancora a lungo di sé, soprattutto in materia di gioco –spiega l’esponente centrista -. Per le sue contraddizioni, per un approccio solo apparentemente dirigista, dal momento che ha avocato a se stesso tutte le decisioni in questo campo, esautorando il parlamento con vaghe promesse. Mentre in realtà non ha fatto praticamente nulla per contrastare il dilagare della piaga dell’azzardo, diventandone, più spesso di quanto non si creda, un vero e proprio complice…Il Governo- prosegue la deputata- dal canto suo ha siglato un’intesa in sede di Conferenza Stato-Regioni facendo un piccolo passo avanti, considerato assolutamente inadeguato rispetto all’obiettivo che le istituzioni dovrebbero prefiggersi: ridurre drasticamente il consumo di gioco d’azzardo nel nostro Paese.