Braccio di ferro sulle presidenze delle Camere

braccio-di-ferro-sulle-presidenze-delle-camere

Braccio di ferro tra Forza Italia e M5S sul nome di Paolo Romani per la presidenza del Senato. Per il M5S è “invotabile“. Salta quindi il tavolo, ma il dialogo va avanti. Intanto con la disponibilità Dem si ricomincerà da zero e alle 20 è stata convocata la riunione di capigruppo delle forze politiche per decidere le presidenze delle due Camere presso gli uffici del gruppo M5S alla Camera. Matteo Salvini si dice pronto “pur di risolvere la situazione velocemente”. Giancarlo Giorgetti eletto capogruppo della Lega alla Camera. Forza Italia, di presidenze si parla con Berlusconi.
“Ci aspettavamo un cambio di passo, una novita’ che non c’è stata: sta continuando un gioco di veti e controveti sulle piu’ importanti cariche dello stato. E questo ci preoccupa molto. Quando si tratta di equilibri istituzionali non si puo’ andare a strattoni. servono figure di garanzia”. L’ha affermato Maurizio Martina al termine della riunione dei capigruppo alla Camera
I nomi usciranno solo se ci sarà un incontro tra i leader altrimenti il centrodestra andrà con Romani al Senato e Giorgetti alla Camera”. E’ quanto si apprende da Forza Italia al termine della riunione dei capigruppo a Montecitorio.