Calcio/Serie A: 125 milioni in sponsor di maglia. Cresce il betting

calcio-serie-a-125-milioni-in-sponsor-di-maglia-cresce-il-betting

E’ il dato globale dell’indagine annuale “Sporteconomy Jersey Index 2018/19”.

Le sponsorizzazioni della serie Acontinuano a crescere nonostante la crisi, confermandosi come un investimento pubblicitario anti-ciclicoanche in questa nuova stagione sportiva (2018/19), con budget per complessivi 125 milioni di euroed una crescita del 16%rispetto al precedente campionato (105 milioni). Un trend che va avanti, nel complesso, dal 2015, quando le sponsorizzazioni della prima divisione del football tricolore si sono attestate su un valore di 85 milioni di euro.

“E’ questo il dato complessivo dell’annuale indagine “Sporteconomy Jersey Sponsor Index”, che misura lo stato di salute delle sponsorizzazioni del calcio della massima serie. Anche quest’anno la Juventus si conferma al primo posto di questa ideale classifica con 26,7 milioni di investimenti (sommando Jeep allo sponsor giapponese Cygames). Al secondo posto il Sassuolo, che può contare sullo sponsor-proprietario Mapei, che spenderà, quest’anno, 18 milioni per apparire sulla divisa di gara. In terza posizione, in coabitazione, troviamo MilanNapoli a 15 milioni di euro. I rossoneri del fondo americano Elliott sono sponsorizzati, anche in questa stagione da Fly Emirates, il club campano, invece, sfrutta i tre format commerciali disponibili (main, second e retro sponsor) affidandosi all’immagine di acqua Lete, pasta Garofalo e caffè Kimbo” – spiega Marcel Vulpis – direttore della ricerca.

Più in generale i primi sei club di questa classifica (Juventus, Sassuolo, Milan, Napoli, Roma e Inter) attraggono investimenti per 99,3 milioni, circa l’80% del totale della “torta” delle sponsorizzazioni di maglia (per un totale di 45 aziende spender). Unico club, per il momento, a non presentare marchi sulla divisa ufficiale è la Fiorentina dei Della Valle.

Tra le novità il ritorno degli investimenti del settore alimentare (ben 10 marchi) e la crescita degli sponsor del betting (da due a tre). Si registra anche l’esplosione dei contratti pubblicitari a bordo campo (led elettronici e rotor), per sfruttare l’ultimo anno di investimenti prima del blocco totale previsto dal Decreto Dignità, a partire dal 30 giugno 2019 (per le sponsorizzazioni il divieto scatterà prima: 1 gennaio 2019) nei confronti delle aziende del settore del gioco d’azzardo. Si ipotizza che quest’anno gli investimenti tra sponsorship e tabellare pura (a bordo campo) possa superare il “tetto” dei 30 milioni di euro di investimenti.