Calvi (GLMS): L’UE deve ratificare la convenzione di Macolin. Solo così si può contrastare il match fixing

calvi-glms-lue-deve-ratificare-la-convenzione-di-macolin-solo-cosi-si-puo-contrastare-il-match-fixing

“Per combattere il match fixing è fondamentale che tutti gli Stati che l’hanno firmata, ma anche la stessa Ue, procedano a ratificare la convenzione di Macolin, un documento sottoscritto da diversi Paesi dell’Unione che prevede l’adozione di misure più strette per combattere la corruzione nel mondo dello sport. È quanto ha sostenuto Ludovico Calvi, presidente di Global Lottery Monitoring System (GLMS), intervenuto ieri al meeting “Anti Match Fixing Formula” a Roma. Secondo Calvi, inoltre, la lotta alle combine non può prescindere dalla creazione di un ambiente di fiducia e dalla protezione dei dati nel quale «tutti gli attori in gioco si sentano a loro agio nel condividere le informazioni. È l’unico modo per portare più casi di match fixing in tribunale». A tal proposito è necessaria anche una maggiore garanzia per chi ha intenzione di informare gli inquirenti assieme alla promozione di una «cultura di integrità e formazione». Dal punto di vista di chi regola il gioco nei diversi Paesi, sarebbe invece indispensabile un maggior supporto «nel processo di legalizzazione delle scommesse sportive nel mondo, fondamentale per far realizzare i processi di monitoraggio in maniera efficace» (fonte: Agipronews)