Ceferin (Uefa): Esports competitor del calcio. Possibile minaccia per il mondo dello sport?

ceferin-uefa-esports-competitor-del-calcio-possibile-minaccia-per-il-mondo-dello-sport

Prosegue forte il dibattito sul fenomeno tecno-sportivo del momento: gli Esports. Un modo nuovo di creare divertimento ed intrattenimento per i fan di diversi ambiti (non solo sportivi), su piattaforme esclusivamente digital.

Al congresso UEFA che si è tenuto nei giorni scorsi a Bratislava, in Slovacchia, il presidente dell’organizzazione,  Aleksander Ceferin (avvocato e dirigente sportivo sloveno), ha riconosciuto il ruolo dei videogiochi e degli  sport elettronici, ovvero le competizioni su videogiochi,  come mezzo di intrattenimento, ma la lettura che ne ha data è quella di un vero e proprio competitor per lo sport e quindi a cascata per il calcio.
“Esports e videogiochi sono i nostri concorrenti, il mondo in cui vivono i giovani è virtuale e globale. Non possiamo essere ingenui per non tenerne conto ” ha detto Ceferin . Il presidente UEFA ha anche ammesso che queste attività “catturano l’immaginazione delle nuove generazioni”.

Noi riteniamo che gli Esports non siano una minaccia, semmai una grande opportunità, per lo sviluppo digital della fan entertainment all’interno degli stadi. E’ chiaro che come spesso avviene, quando ci si trova di fronte a qualcosa (gli Esports) che cresce troppo velocemente e non è immediatamente “collocabile” (nel mondo dello sport) ci possa essere una posizione agnostica o perfino controcorrente, come in questo caso.