Chi ha votato per rendere fuorilegge 20 mila slot in Piemonte

chi-ha-votato-per-rendere-fuorilegge-20-mila-slot-in-piemonte

PD e M5S insieme hanno votato contro il gioco d’azzardo in Piemonte, con un dispositivo perfino più restrittivo di quello nazionale. Un provvedimento che rischia di creare un danno erariale per le casse della Regione. 

Il Consiglio regionale del Piemonte ha ribadito nelle ultime ore il alla legge contro il gioco d’azzardo, più restrittiva di quella nazionale, i cui vincoli sono entrati in vigore lunedì. Un ordine del giorno impegna la Giunta Chiamparino a dare “piena applicazione” alla legge. Il documento, proposto da PD e maggioranza, è stato approvato anche con i voti del M5S, dopo una piccola modifica. Astenuti invece FI, Lega e MNS.

In una lettera al ministero dell’Economia, l’associazione “Astro”, che raccoglie i gestori di slot machine, aveva chiesto di “sospendere l’applicazione del prelievo erariale su circa 20 mila macchine da gioco in Piemonte, per le quali la nuova legge regionale impone la rimozione”. E in una recente intervista, Pier Paolo Baretta, aveva paventato un danno erariale.