cresce-il-mercato-degli-esports-debutta-il-campionato-virtuale-della-motogp

Nasce il primo “MotoGP eSport Championship”. Dorna Sports, dopo aver monitorato l’esplosione di questo settore in altri sport (a partire dal football), ha annunciato di aver ideato un calendario motoristico con tanto di circuiti, piloti, condizioni climatiche e premi in palio, il tutto però a livello virtuale. Il videogioco ufficiale MotoGP 17, realizzato da Milestone, sarà il “titolo” su cui si confronteranno, in tutto il mondo, migliaia di appassionati delle due ruote. In esclusiva per PlayStation4, il campionato eSports sarà strettamente collegato alle gare in calendario, con ben sei eventi online che premieranno i 16 tempi migliori, con la partecipazione alla finalissima “live” di Valencia, come nel Motomondiale “vero”.

Si è partiti con il Gp di Jerez in Spagna (lo scorso week-end), con l’obiettivo di registrare il miglior tempo e premiare i più veloci in assoluto.
Dal 7 al 17 settembre i partecipanti italiani sfideranno i player del mondo direttamente a Misano, in sella alla Ducati “virtuale” di Jorge Lorenzo. Dal 21 settembre al 1° ottobre i giocatori di video-games potranno immedesimarsi nella VR46 di Valentino Rossi e guidare la sua Yamaha tra le curve di Aragon in Spagna. I 16 giocatori più veloci parteciperanno, di diritto alla finalissima per dar prova delle loro abilità nel primo MotoGP eSport Championship live in assoluto. Ad accedervi il 1° e il 2° classificato delle prime due gare, per un totale di quattro player, e il podio delle restanti due sfide, cioè altri 12 video-giocatori. Per loro l’appuntamento sarà dal vivo nel circuito di Valencia, in Spagna, in occasione dell’ultima gara della MotoGp prevista dal 10 al 12 novembre. L’evento sarà trasmesso in diretta dai partner televisivi di Dorna Sports, in palio una serie di premi molto interessanti: il primo classificato porterà a casa una BMW M240i, il secondo una Ktn RC 390 e il terzo una Smart tv.
L’operazione di Dorna ha senso sotto il profilo marketing, perché, di fatto, la società iberica detentrice di tutti i diritti del motomondiale (inclusi quelli marketing e digital) vuole aprirsi al mercato dei teen-ager, i fan del futuro di questo Circus, che oggi si avvicinano a questo universo dorato attratti dal magnetismo di Valentino Rossi o Marc Marquez.