Dal 1° gennaio 2019 caccia alle sponsorizzazioni del betting negli stadi

dal-1-gennaio-2019-caccia-alle-sponsorizzazioni-del-betting-negli-stadi

Secondo quanto risulta a NonGiochiamo, a partire dal prossimo 1° gennaio 2019, si scatenerà una vera e propria “caccia” alle sponsorizzazioni presenti nel calcio professionistico e dilettantistico italiano, perché, di fatto, diventerà operativo il primo divieto nei confronti dell’industria del gioco inserito nel testo del Decreto Dignità (fortemente voluto da Luigi Di Maio, ministro del Lavoro e del Mise) poi convertito in legge lo scorso mese di agosto.

Ci risulta che verranno inviati “ispettori” per monitorare i loghi delle aziende del betting presenti sui campi di gioco, sui backdrop e ancor più sulle divise da gara. Verrà raccolto materiale fotografico per poi procedere alle sanzioni pubbliche.

Il tutto è finalizzato a poter multare società sportive e aziende di scommesse sportive (e non solo) per rastrellare denaro, che verrà poi utilizzato per il fondo di contrasto alla ludopatia, come previsto nello stesso Decreto. Quindi si cercherà di fare cassa multando le società sportive italiane, che, per legge, non potranno più esporre marchi degli investitori partner.

Questo rumour, se confermato, potrebbe iniziare a creare dei gravi danni economici nei confronti delle squadre di calcio (e non solo), anche perché oggi il betting è uno dei settori con maggiori investimenti nello sport-business tricolore.