Dal MIPAAF luce verde per i fondi all’ippica, ma i soldi arriveranno nel 2018

dal-mipaaf-luce-verde-per-i-fondi-allippica-ma-i-soldi-arriveranno-nel-2018

Il Mipaaf (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali), dopo il via libera della Corte dei Conti, ha finalmente firmato il decreto per le sovvenzioni alle società di corse (nel totale sono 34 distribuite sull’intero territorio) per l’anno 2017, con risorse pari a 45,8 milioni di euro.

“Per l’anno 2017 il finanziamento alle società di corse è disciplinato in via pattizia”, si legge nel decreto. “Alla copertura degli oneri connessi alla stipula dei contratti con le società di corse si provvederà a valere sulle disponibilità presenti sul capitolo n. 2297 Pg 1 e 2 ‘esercizio finanziario 2017’, al netto degli importi necessari a dare esecuzione all’ordinanza ex art. 702 bis cpc del Tribunale di Roma di cui in premessa”.

Quella che potrebbe essere presentata come una “good news”, di fatto non lo è, perché nell’ambiente, giustamente, fanno notare che adesso si potrà “fatturare”, ma prima di incassare i soldi (che dovevano arrivare molti mesi prima) si arriverà al 2018. E’ chiaro che, in questo modo, non è possibile, per chi gestisce società di corse, “programmare”. Sì, proprio programmare. Una parolaccia nel nostro Paese, la normalità in tutte le altre nazioni. Tra l’altro, si è arrivati a questo risultato dopo che le organizzazioni di rappresentanza del settore (a partire da FederIppodromi) si sono spese fino allo stremo per raggiungere questo obiettivo, nel minor tempo possibile. C’è da chiedersi, e su questo torneremo sul tema, se l’ippica debba stare sotto al MIPAAF e non magari ad un altro ministero. Più focused magari sul tema.