Dalla Spagna una conferma: il gioco problematico (appena lo 0,3%) non è socialmente rilevante

dalla-spagna-una-conferma-il-gioco-problematico-appena-lo-03-non-e-socialmente-rilevante

Un’indagine (firmata Fondazione Codere) ha fotografato il mercato del “gioco” lecito in Spagna. Al di là dei numeri, quello che appare evidente è che la rilevanza del gioco problematico è molto bassa (appena lo 0,3%), quindi non rilevante in ambito sociale. Un dato numerico che dovrebbe far riflettere, perché non si capisce come mai, un mercato (quello spagnolo) così vicino a quello italiano, per numero di abitanti e soprattutto cultura, non presenti gli attacchi mediatici quotidiani sul tema della ludopatia che avvengono nel nostro Paese. Su questo gli addetti ai lavori e i giornalisti italiani dovrebbe riflettere (molto). 

Nel 2016, l’81,9% della popolazione spagnola maggiorenne ha giocato almeno una volta, con preferenza per la Lotería de Navidad (75,9%), El Niño (47,5%), La lotería primitiva (37,6%) e la ONCE (19,3%). E’ quanto emerge dal rapporto della Fondazione Codere “Percepción social sobre el juego de azar en España 2017” presentato oggi a Madrid e realizzato in collaborazione con la Universidad Carlos III de Madrid. Nella classifica dei giochi più gettonati, i casinò raccolgono il 6,8% del totale delle preferenze mentre il bingo guadagna posizioni e sale al 9% rispetto all’8,2% del 2015, a testimonianza di come la clientela percepisca questi spazi come momenti di relax e di intrattenimento.
Per quanto riguarda il gioco online, il numero di giocatori nel 2016 è cresciuto di 100 mila unità: quelli attivi, che hanno puntato almeno una volta, sono 1,38 milioni, ovvero il 3,6% della popolazione spagnola 18-75 anni, rispetto ai 985 mila dell’anno precedente. L’83,3% dei giocatori online è maschio, di età inferiore ai 45 anni (nell’86,8% dei casi) e di cultura medio-alta. Secondo quanto riportato dall’indagine Codere, il gioco problematico in Spagna non è un problema socialmente rilevante (0,3%). L’incidenza della patologia è più frequente nel caso del gioco online. (fonte: Agimeg).