Di Maio (M5S) chiede di andare al voto subito, Salvini (Lega) lo paventa se non gli conferiscono un pre-incarico

di-maio-m5s-chiede-di-andare-al-voto-subito-salvini-lega-lo-paventa-se-non-gli-conferiscono-un-pre-incarico

“Bisogna tornare al voto il prima possibile. Tutti parlano di inserire un ballottaggio nella legge elettorale, ma il ballottaggio sono le prossime elezioni. Quindi dico a Salvini, adesso chiediamo insieme di andare a votare, e facciamolo finalmente questo secondo turno a giugno. Visto che i partiti hanno paura del cambiamento. Allora facciamo scegliere ai cittadini tra rivoluzione e restaurazione.”

A proferire queste parole, ieri, è stato Luigi Di Maio, capo politico del M5S, con Matteo Salvini (Lega), che gli ha risposto prontamente: “O pre incarico a me, o subito al voto”. Di fatto, escludendo la possibilità che ci sia un governo tecnico o “mascherato” da Esecutivo del Presidente. Anche perché sommando i consensi di M5S e Lega, supererebbero il 50%, quindi non ci sarebbero, in Parlamento, i numeri per votare un eventuale nuovo governo messo in piedi dal presidente Mattarella.