Di Maio (MinLavoro e MISE) pensa ad una delega per il riordino dei giochi

di-maio-minlavoro-e-mise-pensa-ad-una-delega-per-il-riordino-dei-giochi

Tra le misure che intendiamo realizzare nel 2018, c’è la delega del riordino del settore dei giochi. Con il Decreto Dignità abbiamo abolito la pubblicità del gioco d’azzardo, adesso bisogna togliere tutti i centri slot vicino alle scuole, ai parchi pubblici, dalle zone dove ci sono bambini e famiglie...”. E’ quanto ha detto Luigi Di Maio, ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, in merito alla nota di aggiornamento al DEF.

Speriamo che l’idea (anche corretta in via di principio) di una delega al riordino del settore dei “giochi” sia, però, nella direzione di un “tavolo” con tutti i soggetti coinvolti. Non vorremmo che, sempre questa idea, possa trasformarsi in una delega-forbice, per abbattere ancora ciò che è rimasto in piedi nel settore. Sì al riordino (sono gli stessi operatori che lo chiedono da tempo), non invece alle scelte imposte dall’alto, senza saper “ascoltare” chi lavora in modo lecito e regolamentato nel gioco pubblico (in tutte le sue molteplici forme).