Durigon (Lega) conferma la linea dura del Governo. Niente sconti per il mondo del gioco.

durigon-lega-conferma-la-linea-dura-del-governo-niente-sconti-per-il-mondo-del-gioco

Arrivato a metà assemblea, Claudio Durigon, sottosegretario al MinLavoro in quota alla Lega, ha ascoltato buona parte degli interventi, ma ha scelto di non intervenire. E alla fine dell’evento è andato via subito senza lasciare molti dubbi sulla posizione del ministro Di Maio sul tema del divieto della pubblicità/sponsorizzazioni imposto alle aziende del gioco. Come avevamo previsto su NonGiochiamo.it. Si sta avverando tutto (purtroppo). 

Un suo rapido commento non lascia molti dubbi su ciò che succederà nei prossimi mesi: “Per quanto ci riguarda la linea del Governo è piuttosto netta riguardo il gioco e la necessità di intervenire in una determinata direzione”. Lo sottolinea al portale specializzato Gioconews.it, Claudio Durigon, sottosegretario al Lavoro e alle Politiche sociali, a margine dell’assemblea di Sistema Gioco Italia, tenutasi oggi in Confindustria a Roma.

“Ci rimettiamo però alla volontà che sarà esperessa dal Parlamento riguardo alla possibilità di intervenire sul testo”.

Dopo aver assistito a questa assemblea, torna a casa con qualche contenuto in più?“Sicuramente abbiamo ascoltato numeri importanti e prendiamo atto di una dimensione industriale legata al gioco, ferma restando la direzione intrapresa nei confronti del gioco sarà nostro dovere considerare anche quelle esigenze con la necessità di tutela del consumatore”.
E sul fronte della dipendenza aggiunge: “Il problema della ludopatia è un problema serio e che va affrontato con determinazione”.