E’ morto Oliviero Beha, giornalista controcorrente attento ai mali presenti nel calcio

e-morto-oliviero-beha-giornalista-controcorrente-attento-ai-mali-presenti-nel-calcio

E’ morto ieri sera a Roma, il giornalista Oliviero Beha. Aveva 68 anni. L’ha annunciato la figlia Germana. “E’ stato un male molto veloce – spiega- Papà se n’è andato abbracciato da tutta la sua grande famiglia allargata di parenti e amici”. Giornalista (aveva una rubrica fissa sul quotidiano “Il Fatto quotidiano”), scrittore, saggista, conduttore televisivo e radiofonico,

Beha era nato a Firenze il 14 gennaio 1949. Grande fan della Fiorentina è stato ricordato, nelle ultime ore, dallo stesso sindaco di Firenze, Dario Nardella. Giornalista dal “pensiero” libero e assolutamente controcorrente ha sempre lottato per sconfiggere i mali presenti nel calcio, a partire dai match truccati. E’ stato uno dei primi giornalisti italiani a parlare di match fixing (calcioscommesse) e delle combine presenti nel settore, anche a livello internazionale.