Esports: opportunità o criticità?

esports-opportunita-o-criticita

«Gli eSports in questi ultimi anni si sono sviluppati e affermati in questi anni in modo assolutamente indipendente dai sistemi sportivi, seguendo nuovi percorsi disegnati dalle tecnologie del gioco. Il sistema sportivo italiano e internazionale deve assolutamente confrontarsi con questa realtà elaborando le migliori strategie per valutarne gli impatti, limitarne i rischi e valorizzarne le opportunità». Così Andrea Abodi (in una recente foto istituzionale), presidente dell’Istituto Credito Sportivo, nel corso della presentazione del volume “eSports, un universo oltre il videogioco”. «Il futuro non va atteso – ha continuato Abodi – va affrontato e lo sport non deve essere insofferente e indifferente a questo fenomeno, e non deve esorcizzarlo negandolo, ma accettarlo considerando benefici e fattori di rischio, come quello legato alla tematica delle scommesse e del match fixing. Bisogna trovare forme di complementarietà e integrazione senza aver paura di essere soppiantato, anche perché le discipline corrono su binari paralleli. Sta quindi a noi sistema sportivo porci il problema di come far diventare gli eSports un volano promozionale e non un fattore di sofferenza. L’unica eccezione che mi sento di fare è quella sui titoli violenti: puntare un’arma contro qualcuno, individuo reale o virtuale che sia, non è mai conciliabile con i valori dello sport». (fonte: Agipronews)