Fazio e il mondo del Gioco: pentito per lo spot del 2000 o solo scordarello?

fazio-e-il-mondo-del-gioco-pentito-per-lo-spot-del-2000-o-solo-scordarello

Anche il conduttore Rai del programma Che Tempo che Fa, Fabio Fazio ieri ha appoggiato l’idea del parlamentare M5S Alessandro Di Battista (ovvero, in caso di Governo a cinque stelle, bandire il mondo del gioco): “E’ davvero una tassa sulla disperazione e concordo, andrebbe tolto del tutto. Poi mi scusi, ma qualche anno fa, mi sbaglio, o non esisteva per niente il gioco d’azzardo?“.

La cosa incredibile è che Fazio conduce un popolare programma con un alto share/audience. E’ singolare infatti che un conduttore del suo valore (soprattutto economico) non conosca la storia di questo mercato, dove, nel tempo, c’è stata una continua emersione dell’illegalità. Eppure Fabio Fazio dimentica totalmente questo aspetto. Singolare anche, come sottolinea l’associazione di categoria AS.TRO Assotrattenimento 2007, che il conduttore originario di Savona abbia azzerata la memoria sul suo precedente rapporto con il mondo del gioco. Nel 2000, infatti, è stato testimonial del Gioco del Lotto. All’epoca, evidentemente, non gli dispiaceva legare la propria immagine all’azzardo. Oggi se ne pente o è “scordarello”?

Lo spot di Fazio (2000) per il Gioco del Lotto.