Federcalcio e Lega calcio inglese in direzioni opposte sulle sponsorship del betting

federcalcio-e-lega-calcio-inglese-in-direzioni-opposte-sulle-sponsorship-del-betting

Martin Glenn, dirigente Football Association, ha spiegato così la posizione della Federazione in merito alla scelta di chiudere il rapporto con un colosso del betting britannico (aveva un accordo di sponsorizzazione attivo): «Ringraziamo Ladbrokes. L’agenzia è stata un partner di valore nel corso dell’ultimo anno, e si è dimostrata professionale e comprensiva circa il nostro cambiamento di politica in riferimento al gioco d’azzardo».

Diversa la posizione di EFL, la Lega calcio inglese, che proseguirà la partnership con SkyBet (arrivata alla quinta stagione): «Siamo fermamente convinti che un contratto di questo tipo non generi conflitti. La Football Associations ha la responsabilità ultima di far rispettare le regole in materia di scommesse, a tutti i calciatori che partecipano alle nostre partite».

Due pesi e due misure. Noi siamo con la EFL (la Lega calcio inglese), perché il fatto di dover far rispettare una serie di norme etiche in materia di scommesse da parte dei calciatori non significa che si debba “invitare alla porta” un’azienda sponsor di questo settore. Mi sembra molto un comportamento che salva la forma (forse), ma non la sostanza.