GdF barra dritta contro il gioco illegale…Avanti così!

gdf-barra-dritta-contro-il-gioco-illegaleavanti-cosi

Sposo e condivido le parole del generale della Guardia di Finanza, Giorgio Toschi, che ha voluto sottolineare l’impegno della GdF nelle azioni di contrasto al “gioco illegale”, spesso territorio della criminalità organizzata nel nostro Paese (e non solo): “Un cancro, grande o piccolo che sia – ha aggiunto il Comandante della GdF – va comunque estirpato, per il bene del sistema economico del Paese”. 

Perfettamente d’accordo, generale Toschi. Bravo e avanti così, il gioco illegale è un male per la società e per le tante società serie che lavorano sul territorio seguendo tutte le norme vigenti. 

 

“Priorità alla lotta alla grande evasione e alla criminalità transnazionale, senza però abbassare la guardia sugli abusivi o sui furbetti”. Le parole del generale della Guardia di Finanza, Giorgio Toschi rispecchiano i 635 interventi a contrasto del gioco e delle scommesse abusive. Secondo le fiamme gialle i numeri sono chiari e infatti risultano irregolari un controllo su tre, per un totale di 270 persone verbalizzate, delle quali 43 denunciate all’Autorità Giudiziaria; segnalate inoltre 425 macchinette videopoker illegali e 93 punti di scommesse clandestine. Solamente a Torino sono stati sequestrati apparecchi da gioco manomessi da un gruppo criminale che, attraverso un software, ne alterava il funzionamento in modo da erogare vincite per un importo di gran lunga inferiore rispetto a quello spettante. “Un cancro, grande o piccolo che sia – ha aggiunto il Comandante della GdF – va comunque estirpato, per il bene del sistema economico del Paese”. (fonte: Agimeg.it)