Ghera (FdI) attacca il M5S romano, ma non si accorge che è sullo stesso fronte. Alchimie della politica.

ghera-fdi-attacca-il-m5s-romano-ma-non-si-accorge-che-e-sullo-stesso-fronte-alchimie-della-politica

Nuovo attacco contro l’industria del gioco anche da parte di Fratelli d’Italia, che arriva perfino a contestare l’operato politico del Movimento 5 Stelle, da sempre sulle stesse tesi di FdI-AN. Ormai siamo a situazioni “kafkiane”, dove i gruppi politici (non solo capitolini) fanno a gara a chi si dimostra più proibizionista dell’altro, per il gusto di dimostrare all’esterno, al loro (potenziale) elettorato, di essere più “duri e puri” dell’avversario. Anche se lo stesso “gioca” di fatto, scusate il gioco di parole, nella stessa porzione di campo. Ma l’odio (perché di questo dobbiamo parlare – è giusto dare il nome corretto a determinati fenomeni) verso l’industria del gioco porta anche a queste manifestazioni che sfiorano il ridicolo. Almeno chiamatevi (FdI e M5S) al telefono e mettetevi d’accordo, non fate queste figuracce di dubbio gusto. Peccato, poi, perché Fabrizio Ghera è un bravo politico in ambito romano e dovrebbe quantomeno, prima di partire anche lui per queste crociate di principio, ascoltare la controparte (che magari già da tempo lavora per “ridurre l’offerta” e limitare il fenomeno della ludopatia). Basterebbe parlarsi e si troverebbero i normali aggiustamenti del caso. E invece…

Di seguito il comunicato stampa di Ghera e del gruppo consiliare capitolino di Fratelli d’Italia sul tema del gioco

“I grillini confermano ancora una volta la loro inadeguatezza rispetto al governo della Capitale bocciando la delibera di FdI sul regolamento capitolino del settore sala giochi slot e vlt. Un atteggiamento incomprensibile visto che la proposta dei 5 stelle sulla materia è ancora ferma al palo e quella di Fdi ha molti spunti innovativi tanto che la riproporremo in molti altri comuni”.

È quanto dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di Fdi-An, Fabrizio Ghera capogruppo in Campidoglio e Andrea De Priamo vicepresidente dell’Assemblea Capitolina, Maurizio Politi e Francesco Figliomeni consiglieri capitolini, Rachele Mussolini Lista Civica ‘Con Giorgia’.

“Il sindaco Raggi e i grillini parlano di ludopatia ma poi votano contro quelle proposte concrete che servono a combatterla: no agli sgravi fiscali per gli esercizi commerciali che non installano o rinunciano alle macchinette, no ad una fascia di garanzia di un km dai luoghi sensibili per le sale slot, no al divieto in alcune fasce orarie contro l’effetto ‘Las Vegas’ e no ad un impegno chiaro per la prevenzione. Roma e i romani non meritano questo spettacolo”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.