Grillo si presenta come il “pontiere” dei 5Stelle. Obiettivo presidenze delle Camere. Meglio star buoni per un po’.

grillo-si-presenta-come-il-pontiere-dei-5stelle-obiettivo-presidenze-delle-camere-meglio-star-buoni-per-un-po

“Governare è affrontare il futuro con chi condivide una visione, non dividere le poltrone”. Così Beppe Grillo (fondatore del Movimento 5 stelle) intervistato oggi dal quotidiano La Repubblica spiega che ora per il M5s “è finita l’era del vaffa, ma non iniziano gli inciucio…Possiamo adattarci a qualsiasi cosa. A patto che si affermino le nostre idee”. Al movimento, aggiunge Grillo, preme affermare una visione per i prossimi vent’anni, definire la vocazione e il ruolo dell’Italia nel lungo periodo e in tutti i settori, dalla cultura all’ economia. “La priorità sono i giovani e gli anziani, chi più è stato lasciato solo”. Salvini e Di Maio lavorano intanto con gli altri partiti a un’intesa sulle presidenze delle Camere.

E’ un Beppe Grillo più “edulcorato”, quasi interessato a calmare gli animi su una visione anti-sistema che è ancora “appiccicata” sugli abiti dei politici/parlamentari pentastellati, quello che appare, questa mattina, su La Repubblica. Si intuisce che il M5S vuole arrivare ad una (con)divisione delle presidenze delle Camere (con gli altri partiti, a partire dalla Lega), senza perdere tempo e possibilmente senza tensioni particolari. Poi la battaglia vera si svilupperà, invece, sulla formazione dell’Esecutivo, con ancora tante ipotesi in gioco sul tavolo. Meglio quindi stare buoni per un po’ o quantomeno apparire quasi tranquilli.