I sindacati pronti ad aprire un tavolo di crisi presso il MISE

i-sindacati-pronti-ad-aprire-un-tavolo-di-crisi-presso-il-mise

Sarà un autunno “caldo” quello che attende il ministro del Lavoro e Mise, Luigi Di Maio, soprattutto sul fronte del gioco legale. Il Decreto Dignità ha creato una reale spaccatura, oltre che molta confusione (su cui tra l’altro sta entrando a piè pari il mondo dell’illegale). E’ notizia di queste ore che i sindacati di categoria sarebbero pronti ad aprire un tavolo di crisi presso il ministero. 

Si legge in una nota sindacale: “…Le azioni di limitazione al gioco legale stanno producendo aumento delle attività illecite, a volte controllate dalla criminalità, verso le quali sono necessari vigorosi interventi di contrasto. Gli effetti nel breve termine sono calcolabili nella perdita di migliaia di posti di lavoro, tra cui oltre 4.000 dipendenti, in un settore che occupa circa 150.000 addetti diretti, oltre all’indotto. Le scriventi sono pertanto a chiedere l’attivazione di un tavolo di crisi presso il Ministero dello Sviluppo Economico volto ad analizzare e misurare gli effetti dei provvedimenti sul gioco legale e a individuare soluzioni volte alla salvaguardia occupazionale e alla tutela delle lavoratrici e dei lavoratori impiegati”. firmato: Filcams-Cgil (De Zolt – Lelli)- Fisascat-Cisl (Ceotto)- UilTuCS (Fargnoli).