Idea Governo M5S-Lega: in tv parlano di programmi, nelle stanze già sono pronti i nomi per i dicasteri

idea-governo-m5s-lega-in-tv-parlano-di-programmi-nelle-stanze-gia-sono-pronti-i-nomi-per-i-dicasteri

Prima il programma, poi i nomi, promettono, sia Salvini (Lega) che Di Maio (M5S). Anche se così non è. E’ solo uno storytelling di facciata. E c’è da sciogliere il “nodo” del Premier.

Luigi Di Maio e Matteo Salvini si sono incontrati di prima mattina alla Camera. I due sono già al lavoro per cercare la quadra del nuovo governo, dopo il via libera, di ieri sera, da parte di Silvio Berlusconi partendo dal contratto di governo (come da tempo chiede il movimento pentastellato).

Entrambi i due leader vogliono tempi rapidi, con Di Maio che non esclude il voto a luglio facendo intendere, quindi, che per la formazione del governo non dovrebbero servire più di 10 giorni, visto che il 20 maggio si chiude la finestra per le urne il 22 luglio.

Per il momento Forza Italia sta seguendo il “pensiero” di Gianni Letta. Il consigliere storico di Silvio Berlusconi ritiene che questa “opposizione responsabile” dei forzisti sia l’unico modo per non scomparire definitivamente a livello politico (alle prossime politiche). Stritolati da un governo sovranista, dove non sono ben accetti (soprattutto sul terreno del M5S), se non per i voti che possono portare in dote al futuro Esecutivo. Meglio restate fuori, per adesso. NonGiochiamo.it, ieri mattina, è stato il primo “blog” a presentare questo scenario, verificatosi già nelle prime 24 ore dall’uscita del post in oggetto.