Il caso siriano aiuterà alla nascita di un nuovo Governo. Vicini ad un pre-incarico.

il-caso-siriano-aiutera-alla-nascita-di-un-nuovo-governo-vicini-ad-un-pre-incarico

Sarà la Siria presumibilmente a far rompere gli indugi per la composizione di un nuovo Esecutivo in Italia. Il motivo? La politica internazionale e nello specifico i venti di guerra che arrivano dall’America, dove il presidente Donald Trump vuole intervenire per bombardare in Siria (anche se i maligni sottolineano come dietro questa scelta ci sarebbero pressioni saudite e della Francia), il regime del dittatore Assad, accusato di crimini di guerra (come per l’uso di bombe al cloro e del gas nervino).

Nel caso di attacco aereo statunitense, ci potrebbe essere la richiesta al nostro Paese dell’uso delle basi militari per far partire gli attacchi. E’ chiaro che il Governo attuale (quello ancora guidato da Paolo Gentiloni) non può intervenire se non per affari ordinari, quindi bisognerebbe coinvolgere il Parlamento.

In generale, però, si ha l’idea che l’intesa politiche tra Cdx e M5S stia arrivando. Si prevede infatti almeno un pre-incarico (forse per martedì prossimo), che dovrebbe portare ad una intesa e quindi alla volontà di formare un nuovo Governo.