Il Colle prende tempo sul nome del prossimo Premier

il-colle-prende-tempo-sul-nome-del-prossimo-premier

La vera notizia di ieri è stata la “mossa” del presidente Sergio Mattarella di convocare i presidenti dei due rami del Parlamento, prima del prof e avvocato Giuseppe Conte, scelto come candidato per il ruolo di futuro presidente del Consiglio dei Ministri. Ciò che spaventa soprattutto il Capo dello Stato è quel +6 al Senato. Ovvero appena sei parlamentari sopra la soglia di maggioranza. Se oggi verrà confermata la non adesione di Fratelli d’Italia al prossimo Esecutivo, ci troveremo di fronte ad una maggioranza molto instabile. Tra possibili malattie, trasferte e missioni, si rischia, già nelle prime settimane di andare sotto. L’idea di un appoggio esterno di FI e FdI, su specifici temi, non è di conforto e, quindi, è normale che Mattarella cerchi di capire, prima di convocare il prof. Conte (voluto congiuntamente da Lega e M5S), quanto potrà durare il prossimo governo tricolore.