Il Decretone del Governo stima maggiori entrate dall’aumento tassazione sulle slot, ma è previsione errata!

il-decretone-del-governo-stima-maggiori-entrate-dallaumento-tassazione-sulle-slot-ma-e-previsione-errata

Il “Decretone” su Quota 100 e Reddito di Cittadinanza è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (successivamente verrà trasmesso in Parlamento per essere convertito in legge entro 60 giorni pena la decadenza del provvedimento). Il testo, come previsto, ha stabilito ulteriore aumento del prelievo sulle slot, ma anche sanzioni più severe per il gioco illegale. Il Governo gialloverde interviene nuovamente sulla tassazione delle slot, che passa dal +1,35%, stabilito dall’ultima manovra, al +2%: da questa misura, si stimano maggiori entrate per lo Stato in area 150 milioni di euro. Nella realtà, questa previsione potrebbe non essere rispettata, perché molti operatori rischiano di chiudere la loro attività. Quindi questa previsione è meramente teorica.

Unica good news è sul tema dell’illegalità. Stretta sul gioco illegale, in particolare sui “totem” collegati a siti non autorizzati: la pena massima per la raccolta abusiva di gioco raddoppia da tre a sei anni, a cui si aggiunge una sanzione fino a 50mila euro (si stimano altri 30 milioni di gettito). Altri 30 milioni di euro arriveranno dal giro di vite sugli apparecchi illegali, anche con offerta di giochi promozionali: previste multe fino a 50mila euro per ogni macchina non a norma e chiusura dei locali che le ospitano fino a 60 giorni. Infine, i Monopoli collaboreranno con la Guardia di Finanza e le altre forze di Polizia per realizzare un piano straordinario di controllo e contrasto al gioco illegale.