Il futuro del gaming (anche in Italia) si chiama eSports

il-futuro-del-gaming-anche-in-italia-si-chiama-esports

Cresce tra i giovani il “fenomeno” del momento: gli eSports. Un torneo online di calcio dedicato ai giovani appassionati dei videogame, che si sfideranno a Pro Evolution Soccer (PES) all’interno delle filiali della banca. La competizione si disputerà presso la filiale “storica” di piazza Cordusio a Milano.

Seguiranno altre sette tappe nelle sedi della banca a Torino, Vicenza, Piacenza, Lucca, Bari, Cagliari e Bergamo, che apriranno le porte ai giovani appassionati di eSports in vista della finalissima, che si terrà presso la Personal Gamer Arena della Milan Games Week (MGW), durante la quale il primario gruppo bancario  assegnerà agli otto finalisti un premio in denaro.

La “Personal Gamer Arena”, allestita nei padiglioni della Fiera di Milano-Rho, è uno spazio interamente dedicato alle competizioni gaming. La PGA sarà dotata di mega schermi a led per un’esperienza stile sport professionistico americano, che porterà i fan al centro della scena, con oltre 900 posti a sedere per assistere alle competizioni previste nei tre giorni di evento.

Questa iniziativa conferma come si possa fare marketing e co-marketing intercettando nuovi target di clienti. Da questo punto di vista i club di calcio italiani, nei prossimi mesi, devono attivarsi per sviluppare, anche congiuntamente, iniziative similari, che possano creare engagement, emozionalità, divertimento, e, soprattutto porre le basi per costruire oggi il bacino dei tifosi del “futuro”, attraverso nuove passioni come il gaming (con particolare attenzione agli eSports).