Il M5S si prepara alla battaglia per le presidenze delle Camere, ma attende segnali dal Nazareno

il-m5s-si-prepara-alla-battaglia-per-le-presidenze-delle-camere-ma-attende-segnali-dal-nazareno

Danilo Toninelli, esponente di spicco del M5S ha rilasciato alle tv una dichiarazione che non impegna troppo ancora il Movimento: “Bene il richiamo del presidente della Repubblica. Noi questo senso di responsabilità lo portiamo avanti già dalla campagna elettorale. Vogliamo che inizi la Terza Repubblica dei cittadini e un Governo di cambiamento. Diciamo no al caos e alla instabilità creato da una legge elettorale votata dai vecchi partiti e non dal Movimento”. E’ un modo per tenersi ancora le mani libere e restare a vedere che direzione prenderà lo scontro dentro il PD prima di venire allo scoperto con una proposta. Dopo le prese di posizione di ieri delle diverse mozioni Dem, attualmente sono i renziani a cavalcare il monito del Capo dello Stato ribaltandolo verso M5s e Lega: “E’ arrivato il momento di vedere cosa vogliono fare i vincitori Salvini e Di Maio (nella foto in primo piano)“. Ma il tempo ancora c’è e ora il M5s deve intanto guardare al rebus delle presidenze delle Camere, che non intende legare alla partita della maggioranza di Governo come in tanti si aspettano. C’è poi da decidere la partita tutta interna, e delicatissima per i rapporti tra le diverse “anime” M5s, dei capigruppo che in questa legislatura non saranno più a rotazione.