Il servizio sul gioco in Grecia, targato RaiNews, diventa uno spot contro il settore

il-servizio-sul-gioco-in-grecia-targato-rainews-diventa-uno-spot-contro-il-settore

Questa mattina leggevo il lancio di una notizia sul portale di RaiNews, il canale All News della Rai. Quello che appare chiaro è che, ormai, parlare di industria del gioco è sempre più qualcosa di “negativo” (come percezione). C’è un vero e proprio “mantra” di segno nero e il fatto che arrivi da una giornalista del servizio pubblico deve far riflettere gli addetti ai lavori. Non trovo infatti, in questa news targata Rai, una “rappresentazione” degli aspetti positivi di questo mercato (il secondo per impatto economico in Italia e oltre 150 mila addetti impiegati). Strano, perché ci sono tanti numeri “positivi”, ma vengono sottolineati quelli (eventualmente) di segno opposto. 

Nella Grecia della crisi economica l’industria più fiorente, dopo quella turistica, è quella del gioco d’azzardo. Secondo le stime, il giro di affari supera i 15 miliardi di euro. Una cifra da capogiro se si pensa che la Grecia conta poco più di 10 milioni di abitanti, dei quali 4 su 10 vivono in stato di povertà. Si tratta di un mercato della speranza, o della disperazione, al quale si rivolgono in molti, rinunciando spesso a generi di prima necessita pur di inseguire la chimera di un futuro migliore. (da Atene Elisabetta Casalotti – RaiNews24)