Impariamo dagli “errori” della Svezia…

impariamo-dagli-errori-della-svezia

L’associazione svedese degli operatori di gioco, la Branschföreningen för Onlinespel (BOS), ha richiesto un incontro urgente con l’Autorità di regolamentazione del gioco, dopo che alcuni operatori sono stati multati per un’apparente violazione del Gambling Act collegata alle scommesse sui sportive sugli Under18. Tema che sta diventando caldo anche nel nostro Paese, con un testo di legge in approvazione alle Camere proprio in questi giorni. Ma quello che sta accadendo in Svezia dovrebbe allertare la classe politica, perché post approvazione della legge sul divieto di scommesse sui dilettanti potrebbero esplodere casi come quelli sopra descritti.


Gli operatori nutrono serie preoccupazioni per il contesto normativo, con gli operatori che hanno paura di cadere involontariamente in conflitto con l’interpretazione del regolatore.

Alcuni operatori hanno già annunciato di voler fare appello contro le sanzioni ricevute. Stabilire una buona relazione di lavoro tra il regolatore e gli operatori è di fondamentale importanza. Il dialogo aperto e lo scambio di informazioni aiutano spesso a garantire livelli elevati di protezione dei consumatori e sono alla base del buon funzionamento del mercato.