In arrivo un nuovo problema sul betting della serie A, che ci riprova con un bookie russo non autorizzato

in-arrivo-un-nuovo-problema-sul-betting-della-serie-a-che-ci-riprova-con-un-bookie-russo-non-autorizzato

Un importante bookmaker russo torna a legarsi alla Serie A: esattamente un anno fa la sigla moscovita finì nell’occhio del ciclone per un accordo di marketing secondo cui sarebbe diventato partner della Lega A sui mercati internazionali del betting (ma non in Italia), pur non avendo una concessione per raccogliere scommesse nel nostro Paese.

A seguito delle polemiche scoppiate sulla stampa italiana (a partire dal quotidiano cattolico Avvenire) e di alcune interrogazioni presentate in Parlamento, l’accordo venne rescisso. Oggi, invece, Interregional Sports Group –la società di intermediazione che lavora per il bookmaker russo – ha annunciato che lo stesso partner russo è stato nominato “International Presenting Partner”della Serie A dal 2018 al 2021, con un accordo valido per l’Europa, l’Africa, il Medio Oriente, il Nord Africa e le due Americhe. Grazie ai termini dell’intesa, il logo del betting partner sarà presente nella grafica dello streaming di tutte le partite di Serie A trasmesse sulle piattaforme comprese nell’accordo e nei contenuti di presentazione dei match. (fonte: Agipronews)

Adesso il bookie russo ci riprova, ma è probabile un duro attacco sulle colonne di “Avvenire” già nei prossimi giorni. C’è da chiedersi nel concreto cosa sia cambiato rispetto a diversi mesi fa quando ci fu il primo “stop” al contratto. Anche questo resterà un grande mistero. Nella realtà il betting partner dell’Europa dell’Est non dovrebbe neppure veicolare contenuti tramite stampa, perché non autorizzato ad essere presente sul nostro territorio. Della serie c’è il Decreto Dignità convertito in legge, ma non vale per tutti. Gli operatori legali sono penalizzati, quelli per il momento non autorizzati invece fanno pure i comunicati e si fanno pubblicità. Complimenti a tutti!