Incarico al professore Conte, ma molte nubi all’orizzonte per il futuro Esecutivo

incarico-al-professore-conte-ma-molte-nubi-allorizzonte-per-il-futuro-esecutivo

Ignoto al grande pubblico, alle cancellerie politiche internazionali e senza truppe “cammellate”, sempre a livello politico, in ambito parlamentare. Sicuramente una persona perbene, un docente universitario stimato e molto impegnato nel social, oltre che un ultra cattolico (più volte ha aiutato, a livello di difesa legale, i senza tetto della Capitale). Si narra “devoto” di Padre Pio. Ma restano forti dubbi su come saprà muoversi in “mari” difficili, come quelli della politica italiana. Un po’ una incognita. Non ha assolutamente un curriculum politico (non si è mai candidato, né chiaramente si è mai pesato a livello elettorale) E’ questo secondo noi il profilo del prof. Giuseppe Conte, premier incaricato con riserva dal presidente Giuseppe Mattarella.

Non siamo tra coloro che lo chiamano già beffardamente il “premierino”, lo troviamo comunque un atteggiamento poco rispettoso, ma far partire una idea di Governo con una fragile maggioranza soprattutto al Senato (appena 6 voti sopra la maggioranza minima) non ci sembra una ideona. Nel frattempo, cominceranno a mezzogiorno le consultazioni alla Camera del neopresidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella gli ha conferito ieri l’incarico di formare il governo e Conte ha accettato l’incarico con riserva, confermando la vocazione europea dell’Italia e affermando che sarà ‘l’avvocato difensore degli italiani’.