Ipotesi staffetta Di Maio-Salvini, ma Matteo teme il “biscotto”

ipotesi-staffetta-di-maio-salvini-ma-matteo-teme-il-biscotto
  1. Lega e Movimento Cinque stelle hanno ultimato l’accordo sul programma. Ora, entro domenica, trattativa a oltranza per l’intesa sul premier, con l’ipotesi sempre in campo di una staffetta tra i leader a Palazzo Chigi. In un vertice notturno, i due leader hanno limato il programma e sono tornati sulla questione della leadership di governo, senza escludere il principio della staffetta, con Luigi Di Maio in pressing su Salvini, ancora freddo al riguardo, per ottenere il mandato di partenza. Intanto, la futura maggioranza giallo-verde raggiunge un primo importante passo lungo la strada verso la formazione di un governo, un passo necessario ma non ancora sufficiente: ora hanno il compito fondamentale di dialogare e trovare una via d’uscita comune con il Capo dello Stato sulla struttura dell’esecutivo.
  2. In ambienti Lega, si sottolinea come il segretario federale della Lega sia molto titubante sull’ipotesi di gestire la prima parte del nuovo Esecutivo. Teme il “fuoco” dell’alleato M5S, che, dietro, le linee potrebbe colpire in caso di eventuali errori di gestione. Nella prima fase chi gestirà il Governo dovrà prendere delle decisione soprattutto di natura economica, molto “impopolari”. Salvini sa che si rischia comunque di votare nuovamente nel 2019 e non vuole trovarsi al Governo “colpevole” di qualsiasi decisione nei confronti dell’opinione pubblica.