Ironia della sorte il M5S approva in Esecutivo l’idea della “lotteria” degli scontrini (I Parte)

ironia-della-sorte-il-m5s-approva-in-esecutivo-lidea-della-lotteria-degli-scontrini-i-parte

Dal 1° gennaio 2020, come previsto nella “manovra” approvata questa notte dall’esecutivo giallorosso, entrerà in vigore la lotteria degli scontrini fiscali. Tutto ciò servirà a incentivare i consumatori a richiedere agli esercenti il rilascio dello scontrino fiscale sia per l’acquisto di un bene o di un servizio.

Il governo con la lotteria degli scontrini ha intenzione di fare una dura battaglia contro l’evasione fiscale. Ci saranno ricci premi ma anche pesanti sanzioni pe i commercianti che non si adeguano. La lotteria degli scontrini è contenuta nel decreto legge fiscale collegato alla legge di Bilancio. Il Governo prevede di recuperare 7,2 miliardi di euro dalla lotta all’evasione fiscale.

Certamente fa riflettere come il M5S, che ha sempre parlato di lotta senza quartiere al gioco d’azzardo, abbia deciso di “affidarsi” per limitare l’uso del contante (i prelievi su base mensile sui conti passeranno dagli attuali 3mila ai 1.000 euro entro 3 anni) ad uno dei giochi più noti: la “lotteria”. Ironia della sorte, verrebbe da dire.