Italia, da faro in Europa, declassata a caso critico

italia-da-faro-in-europa-declassata-a-caso-critico

Italia da punto di riferimento in ambito internazionale, per il suo sistema di regolamentazione, a caso di concreta criticità sott’ osservazione da parte di altri mercati.

E’ questa la fotografia che emerge dal congresso di settore IAGR di Copenhagen, dove si è parlato del ruolo ideale del “legislatore”: “Deve essere resistente alle pressioni, deve rivelarsi un comunicatore trasparente ed autorevole, deve essere rispettato per: onestà, correttezza e conoscenza della distanza dal gioco…Caratteristiche che, “sono mancate al legislatore italiano, che ha probabilmente ceduto alla “pressioni” quando ha introdotto il clamoroso divieto totale di pubblicità del gioco”. Con l’Italia che, come ci si aspettava, viene quindi proposta oggi come un caso critico all’estero, e non più come un faro nella regolamentazione del gioco pubblico. (fonte: Gioconews)