La Brexit apre il fronte del dot com su Malta

la-brexit-apre-il-fronte-del-dot-com-su-malta

Alla luce del processo messo in campo dagli inglesi con la Brexit, l’isola di Malta si candida come prossima sede degli operatori di gioco d’azzardo online che oggi operano da Gibilterra. Sono diverse le aziende infatti che stanno valutando l’opportunità di spostare la propria sede. L’industria europea del gioco, pertanto, è alla “finestra” per valutare i rischi connessi alla Brexit.

“La Brexit potrebbe influire negativamente sulle condizioni economiche e di mercato nel Regno Unito, in Europa o nel mondo e potrebbe contribuire alla instabilità dei mercati finanziari globali, in particolare fino a quando non vi è più certezza sul processo e il suoi effetti su Gibilterra, il Regno Unito e l’Unione europea. Malta può essere considerata come un’alternativa importante alla licenza dot com” – si legge in un report diffuso tra gli operatori internazionali.