La democrazia alla rovescia. Nel M5S 12.531 iscritti decidono (eventualmente) per 150 mila risorse del settore dei giochi

la-democrazia-alla-rovescia-nel-m5s-12-531-iscritti-decidono-eventualmente-per-150-mila-risorse-del-settore-dei-giochi

Ne avevo viste tante, ma devo dire che il Movimento 5 Stelle ci delizia sempre di voli carpiati alla rovescia, soprattutto se si parla di principi democratici. La domanda sorge spontanea: 12.351 iscritti al movimento hanno discusso sulla piattaforma Rousseau di una serie di interventi da portare avanti nei prossimi mesi. Tra questi il divieto assoluto della pubblicità e sponsorizzazioni legate ad aziende del gioco. Ricapitolando quindi 12.351 persone decidono per 150 mila addetti e per il loro futuro (in termini di livelli occupazionali). Se poi vogliamo allargare il raggio, un tema così sensibile e delicato non dovrebbe essere deciso (semmai) da una platea più vasta per essere considerato un risultato credibile? 

C’è anche il divieto della pubblicità al gioco d’azzardo tra le priorità del programma Salute votato dalla base del Movimento Cinque Stelle. Il programma è stato votato il 14 giugno su Rousseau mentre veniva avviata una nuova funzione relativa ai meetup sulla piattaforma ideata da Gianroberto Casaleggio. Tra quesiti su ticket (da eliminare), società farmaceutiche e Agenzia italiana del farmaco la base a 5 stelle ha deciso di incidere, in modo prioritario, con il “divieto assoluto di pubblicità e sponsorizzazioni: così si frena l’azzardo on line, si libera la stampa e si smette di allettare nuove vittime” (12.351 voti). (fonte: Agimeg.it)