La FA fa dietrofront (sbagliando) sul tema delle sponsorship legate alle scommesse sportive

la-fa-fa-dietrofront-sbagliando-sul-tema-delle-sponsorship-legate-alle-scommesse-sportive

Arriva dall’Inghilterra la conferma di un atteggiamento, da parte della Football Association (FA), non proprio positivo nei confronti del mercato delle scommesse sportive.

La FA ha infatti annunciato di aver concluso in anticipo, dopo uno solo dei 4 anni previsti per contratto, l’accordo di sponsorship con un importante marchio del betting britannico.

Secondo quanto riporta il Financial Times, il contratto portava nelle casse della Federcalcio inglese un cachet annuo pari a 4 milioni di sterline.

Il nuovo corso della FA (su input del presidente Greg Clarke) ritiene che ci possa essere una “influenza” diretta/indiretta, da parte dell’industria delle scommesse, sul football UK.

Anche in questo caso ci sembra che ci sia un atteggiamento un po’ troppo sclerotico nei confronti delle sponsorizzazioni calcistiche da parte di aziende del betting. La vera notizia è che arriva dal Regno Unito, mercato da sempre con una cultura per il gioco nettamente superiore alla media di ciò che avviene nei Paesi della UE.