La FIGC chiede al Governo di riaprire il business delle scommesse (per 12 mesi) per sostenere i club

la-figc-chiede-al-governo-di-riaprire-il-business-delle-scommesse-per-12-mesi-per-sostenere-i-club

Ritorno alle sponsorizzazioni delle aziende di scommesse per 12 mesi, in deroga allo stop imposto dal Decreto Dignità: è la richiesta, come anticipa Agipronews, che il mondo del calcio farà Governo una volta esaurità la stretta emergenza coronavirus. La misura fa parte di una serie di provvedimenti di cui si è discusso oggi nella riunione del tavolo di lavoro permanente anticrisi Covid-19 convocata dal presidente della FIGC Gabriele Gravina (nella foto in primo piano) con i presidenti delle componenti. Seguendo l’impostazione metodologica adottata dalla Figc, nel pieno rispetto dell’agenda governativa sull’emergenza, nel documento è stata data priorità alle richieste più impellenti per fronteggiare l’attuale crisi di liquidità. Per scongiurare la crisi del pallone, tra le quali quella di chiedere una deroga di 12 mesi sul divieto di sponsorizzazioni di aziende del betting. Una misura che potrebbe garantire un centinaio di milioni tra sponsor per i club, bordocampo e altre iniziative.