La Germania fa un passo indietro sulla regolamentazione dei Giochi

la-germania-fa-un-passo-indietro-sulla-regolamentazione-dei-giochi

La Cancelliera Angela Merkel vince male lo scontro con l’SPD di Schulz, visto che la CDU arretra di otto punti percentuali. Ma è ottimista, ed annuncia colloqui con Fdp, Verdi e Spd sul futuro governo. Ma Schulz conferma opposizione: ‘non mi ha chiamato, meglio se chiama qualcun altro”, dice. L’estrema destra si conferma il terzo partito, a oltre il 12% (ed i liberali tornano in Parlamento con il 10%), ma è bufera, visto che Frauke Petry, co-portavoce federale, annuncia che non farà parte del gruppo in Parlamento.

Questa situazione politica non aiuta alcune riforme previste. Confermato lo stop alla riforma dei giochi in Germania: venerdì scorso il Parlamento del land tedesco dello Schleswig-Holstein ha deciso di sostenere a larga maggioranza il nuovo governo statale. La conseguenza è che gli emendamenti al trattato interstatale del marzo scorso non verranno ratificati. Il parlamento ha appena finito di discutere le proposte di riforma della regolamentazione e il partito socialdemocratico, sempre più isolato, è stato l’unico a votare a favore della ratifica degli emendamenti concordati dal precedente governo. (fonte: Agimeg.it)