La Lega Pro riparte dall’Integrity Tour per contrastare il fenomeno del match fixing

la-lega-pro-riparte-dallintegrity-tour-per-contrastare-il-fenomeno-del-match-fixing

E’ ripartito da Livorno, l’Integrity Tour della Lega Pro, progetto messo in campo dalla Lega Pro con l’ausilio di Sportradar e la collaborazione di ICS. Confronti sul territorio per formare ed informare i club sulla piaga del match-fixing attraverso incontri con i calciatori ed i dirigenti delle squadre.

“La Lega Pro è impegnata da anni in attività di formazione e informazione sul territorio contro il match fixing– dichiara Gabriele Gravina, Presidente Lega Pro – attraverso il supporto di Sportradar, la nostra agenzia per il monitoraggio internazionale dei mercati delle scommesse. Attraverso un’attività capillare sul territorio che prevede incontri con le nostre squadre, forniamo formazione a coloro che operano nel calcio, dai giocatori delle prime squadre, ai settori giovanili, dai dirigenti allo staff tecnico per dare loro l’adeguata preparazione sui rischi e sui pericoli legati al calcioscommesse”.

Le prossime tappe saranno con la FeralpiSalò, l’Unicusano Fondi, poi a Prato e Firenze in occasione dalla fase finale dei play.

La Lega Pro si conferma come una delle leghe calcio più moderne d’Europa, perché ha posto sin dall’inizio del mandato del presidente Gravina la massima attenzione sul tema del match fixing e delle azioni di contrasto da attivare sui diversi territori.