La RFEF mette a bando i diritti video delle scommesse internazionali di Copa del Rey e SuperCopa

la-rfef-mette-a-bando-i-diritti-video-delle-scommesse-internazionali-di-copa-del-rey-e-supercopa

(di Daniele Rizzi) – La Federazione calcistica spagnola (RFEF)ha indetto un bando di gara per i diritti video delle scommesse internazionali sui tornei di Copa del Rey e Supercopa di calcio spagnola per il triennio 2019-2022.

La Supercopa è passata infatti al nuovo formato “Final Four” (non si giocherà più il match tra i campioni in carica della Liga e quelli di Copa del Rey), e la manifestazione, di fatto, coinvolgerà le due squadre finaliste di Copa del Rey e i primi due club classificati in Liga spagnola.

Nel mese di novembre, la Federazione ha dichiarato di aver raccolto un totale di quasi 80 milioni di euro dalla vendita dei diritti nazionali e internazionali per la Copa del Rey delle prossime tre stagioni.

Le società che potrebbero essere interessate ad acquisire i diritti di scommessa da vendere ai propri clienti bookmaker includono società quali IMG Arena, Sportradar e Stats Perform, oltre a Genius Sports, che recentemente si è trasferita nello spazio video delle scommesse lanciando il suo servizio streaming.

Sportradar ha però fornito consulenza alla Federazione calcistica spagnola sulle aste internazionali per i diritti dei media sia per la Copa del Rey che per la Supercopa. Di conseguenza, potrebbe esserle impedito di presentare offerte per i diritti relativi alle scommesse.

La RFEF fa sapere di offrire un unico pacchetto di diritti video per scommesse internazionali (esclusa la Spagna) e non prenderà in considerazione offerte congiunte. Tali offerte dovranno essere inviate alla Federazione stessa tramite e-mail (betting@concursos.rfef.es).

Sempre la RFEF, ha messo in vigore anche alcune restrizioni sui diritti video di scommesse, definite esclusivamente per proteggere il valore dei diritti dei media in diretta. Queste includono la trasmissione da parte degli operatori di scommesse solo in definizione standard, gli spettatori che hanno un account “aperto e attivo” con il fornitore di scommesse e il flusso limitato a un terzo della dimensione dello schermo del pc.

Fino ad oggi, la Federazione ha commercializzato solo i diritti relativi alla finale, in quanto l’intera competizione veniva gestita da LaLiga. Il ciclo 2019-22 segna invece una svolta, e RFEF venderà i diritti video come un intero pacchetto.

In risposta all’annuncio della Federazione, il mese scorso, Mediapro (gruppo audiovisivo spagnolo), ha formulato un’offerta per i diritti internazionali e nazionali della Copa del Rey per un totale di 100 milioni di euro per tre anni.