L’Emilia-Romagna non si Lega e i 5S diventano il “problema” di questo Governo

lemilia-romagna-non-si-lega-e-i-5s-diventano-il-problema-di-questo-governo

Non sfonda la Lega in Emilia-Romagna e Matteo Salvini (segretario della Lega si è svegliato, quest’oggi, un po’ meno forte in termini di credibilità. Lo “sfratto” al Governo per il momento non ci sarà, ma la situazione non è assolutamente tranquilla. Al di là della vittoria di Bonaccini (governatore uscente candidato del centrosinistra) sulla Bergonzoni (candidata governatrice del centro-destra). 

I veri sconfitti della tornata elettorale amministrativa sono i 5Stelle praticamente disintegrati. Come ha sottolineato il parlamentare M5S Max Bugani, una delle anime storiche del Movimento, il Governo “non è a rischio”, perché c’è un tema di responsabilità politica nei confronti degli italiani. Una cosa però è assolutamente certa: il 32% presente all’interno del Parlamento non ha una sua declinazione in termini di rappresentatività nel Paese. Adesso ci saranno gli “Stati Generali”, ma sono stati sbagliati ancora una volta i tempi di questa operazione. Si rischia di trasformare questo “congresso” (i 5Stelle dovevano “aprire” la vecchia politica come una scatola di tonno, di fatto sono loro stessi ormai la “scatola di tonno” e vi si stanno chiudendo dentro per difendersi) in un “tutti contro tutti” con fazioni amiche e nemiche.