Levante-Real Zaragoza del 2011 sotto indagine della magistratura spagnola. Sospetti anche di match fixing

levante-real-zaragoza-del-2011-sotto-indagine-della-magistratura-spagnola-sospetti-anche-di-match-fixing

Fu combine? Se lo chiede la stampa spagnola (a partire dal quotidiano sportivo “Marca”) relativamente alla presunta frode sportiva avvenuta in occasione di Levante-Real Zaragoza del 2011. Ad indagare, forse con un po’ (anzi tanto) ritardo, la magistratura spagnola che ha messo sotto la lente di ingrandimento diversi nomi importanti del calcio (tra questi Herrera, oggi al ManUtd, e Gabi attuale capitale dell’Atletico Madrid). In quella stagione il Levante UD (secondo club della città di Valencia), ormai salvo ospita i rivali del Zaragoza, alla disperata ricerca di punti salvezza. Alla fine vinceranno proprio gli aragonesi, mandando in segunda division il Deportivo.
Secondo la magistratura inquirente, il club (Real Zaragoza) avrebbe pagato 9 soggetti (tra dirigenti e calciatori del Levante) ed altri sarebbero indagati perché, comunque, a conoscenza dei fatti. Il caso, a sorpresa, dopo essere stato archiviato, è stato riaperto negli ultimi giorni, anche perché si cerca di capire, se all’epoca,a oltre al pagamento di calciatori e dirigenti ci furono scommesse sportive fraudolente (match fixing) collegate alla partita oggetto della inchiesta.

Fa però riflettere la lentezza degli inquirenti, arrivati a metterci la testa sul caso, dopo ben 7 anni. E’ chiaro che con questi tempi di attivazione, chi vuole frodare in ambito sportivo trova di fronte a sé una vera e propria autostrada (libera).